Scrivere di sé

Un corso in live streaming (e registrato) per Scuola Holden.
Dal 5 giugno al 10 luglio.
Dalle 19 alle 20.30.
Costa 250€ e prevede un codice sconto per gli iscritti alla mia newsletter.

Un’invincibile estate

L’estate è il momento in cui il tempo rallenta la sua corsa, anche nelle storie. Demetra e Persefone si ritrovano dopo la lontananza dei mesi invernali, le cicale friniscono e le scuole chiudono. I protagonisti del racconto di Stephen King e del film Stand by Me – Ricordo di un’estate vivono un’avventura che li cambierà per sempre, Shakespeare scrive il Sogno di una notte di mezza estate e anche noi, nel mondo reale, ci concediamo qualche fuga dalla routine.

Che sia un giro del mondo in 80 giorni o il proprio divano, da cui recuperare in santa pace The White Lotus, l’estate è anche la stagione del piacere.

Cosa faremo in classe

Su questo lavoreremo nei sei incontri di Scrivere di sé – Un’invincibile estate

Esploreremo il regno dei ricordi, la terra del presente e il mare del futuro per cercare i momenti di amore, avventura, gioia, magia e consapevolezza che, se tenuti vivi dentro di noi, sono capaci di scaldare anche il più gelido inverno. 

La ricerca sarà l’occasione per riflettere su alcuni aspetti della scrittura autobiografica: sarà vero che scrivere di sé non richiede capacità d’invenzione? La narrazione autobiografica può essere un modo per raccontare l’altro, il mondo? Quanti modi ci sono per fare autobiografia?

Il percorso è pensato per chi vuole cercare le parole giuste: per mantenere o rafforzare il dialogo con sé, per far emergere idee e ricordi che potrebbero diventare una storia, per conoscere persone con cui condividere l’interesse per le storie e per la scrittura. A farci da guida, le parole di Albert Camus tradotte da Sergio Morando. 

Mia cara,
nel bel mezzo dell’odio
ho scoperto che vi era in me
un invincibile amore.
Nel bel mezzo delle lacrime
ho scoperto che vi era in me
un invincibile sorriso.
Nel bel mezzo del caos
ho scoperto che vi era in me
un’invincibile tranquillità.
Ho compreso, infine,
che nel bel mezzo dell’inverno,
ho scoperto che vi era in me
un’invincibile estate.
E che ciò mi rende felice.
Perché afferma che non importa
quanto duramente il mondo
vada contro di me,
in me c’è qualcosa di più forte,
qualcosa di migliore
che mi spinge subito indietro.

Programma

  1. Io vivo nella Possibilità: il punto di vista e i modi di raccontare la stessa storia.
  2. Il giardino segreto: i luoghi e le storie che custodiscono. 
  3. Due strade divergevano in un bosco: coincidenze, occasioni e trama.
  4. Amore mio infinito: l’incontro con l’altro e il desiderio nelle storie. 
  5. Ogni giorno è un dio: fare esperienza della realtà, dare concretezza a una storia. 
  6. Quando siete felici, fateci caso: il lieto fine e quel che accade prima.