L’ARTE DELLE LETTERE a cura di Shaun Usher

125 corrispondenze indimenticabili.

Le lettere hanno il potere di donarci una vita più grande.

Lo scrive Simon Garfield ne L’arte perduta di scrivere le lettere. Il fascino della posta nell’era di internet.
L’archivio di carteggi che Shaun Usher è riuscito a costruire con amore e costanza, e che in parte è pubblicato ne L’arte delle lettere, ne è la dimostrazione.


Da leggere se:

— subisci il fascino della scrittura a mano, del fruscio della penna sulla carta, del rituale di chiudere la busta e incollare il francobollo. Il libro di Usher, infatti, non si limita a riportare carteggi famosi, ma ne riproduce gli originali con immagini di ottima qualità;

— ti incuriosisce l’aspetto privato di personalità e personaggi pubblici. L’arte delle lettere ci regala, per esempio, la ricetta degli scones che la Regina Elisabetta II invia al presidente Eisenhower. Come si fa a non innamorarsi di una missiva della Regina che inizia così?

Caro signor Presidente,
vedendo una sua foto sul giornale di oggi che la ritraeva davanti a una quaglia arrosto, mi sono ricordata che non le ho mai mandato la ricetta degli scones che le avevo promesso a Balmoral.

Lettura obbligatoria: ça va sans dire, per gli e le appassionat* di lettere.


Lascia perdere: se pensi che non ci sia bisogno di fare tutto questo baccano per una manciata di vecchi fogli, in fondo basta un whatsapp.


Cosa mi ha insegnato:

— scrivere lettere è un ottimo modo per lavorare sul punto di vista, anche per chi si dedica a racconti e romanzi;

ogni lettera è un’immersione in un mondo nuovo. Alcune mi hanno profondamente emozionata, altre turbata, altre divertita. Nessuna mi ha lasciata indifferente. Se cerchi un libro coinvolgente, questo fa al caso tuo.


Dalla quarta di copertina:

Dalla struggente lettera di suicidio di Virginia Woolf, alla ricetta per gli scones della regina Elisabetta II inviata al presidente Eisenhower; dalla prima volta in cui troviamo in uso l’espressione OMG in una lettera a Winston Churchill, all’appello alla calma di Gandhi a Hitler; dalla splendida lettera di consigli di Iggy Pop a una fan in difficoltà, alla pregevole lettera di richiesta d’impiego di Leonardo da Vinci, L’arte delle lettere è una celebrazione del potere della corrispondenza per iscritto che cattura tutto lo humour, la serietà, la tristezza e lo splendore delle nostre vite.

Contiene lettere di: Mick Jagger, Andy Warhol, Elisabetta II, Virginia Woolf, Leonardo da Vinci, Iggy Pop, Galileo, Eudora Welty, Fidel Castro, Nick Cave, Emily Dickinson, Fëdor Dostoevskij, Beethoven, Kurt Vonnegut, Bette Davis, JFK, Mark Twain, Anaïs Nin, Charles Bukowski, Oscar Wilde, Charles Darwin, Albert Einstein, Rainer Maria Rilke e molti altri.


Il curatore:

Shaun Usher è il creatore del sito lettersofnote.com, un archivio ricchissimo di corrispondenze, purtroppo solo in inglese. Dal sito sono state tratte, e tradotte, le lettere che compongono L’arte delle lettere.

Vuoi saperne di più? Puoi leggere questo articolo del Post e trovare tutte le info sul libro qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *